Cuoche alla riscossa!: opera da camera in un atto per bambini e ragazzi, Teatro Leonardo da Vinci, Milano, domenica 18 settembre 2011, MITO Settembre Musica

dallo spettacolo Cuoche alla riscossa

MITO SettembeMusica, domenica 18 settembre 2011 al Teatro Leonardo da Vinci (clicca: MAPPA) di Milano alle ore 17.00, l’opera da camera in un atto, dedicata ai più piccoli, Cuoche alla riscossa!, Lo spettacolo è liberamente ispirato a La rivolta delle lavandaie di John Yeoman e Quentin Blake. Consistente è la letteratura che si è occupata del cibo come metafora della vita e dell’anima, a cui questa divertente commedia strizza l’occhio… …nutri l’uomo con meschinità e otterrai un popolo rabbioso ed egoista, aprigli le porte della gioia del palato e otterrai un sorriso. Così le cuoche, stanche d’essere sfruttate e vessate da un padrone che gestisce con grettezza tutta molieriana il suo ristorante, decidono di organizzare succulente rappresaglie che portano, inevitabilmente, alla resa sia dei palati che degli animi. Questa irresistibile commedia musicale coinvolge nella querelle gastronomica una voce classica, il baritono, e tre voci moderne di quelli che abbiamo definito “cantattori”, ovvero attori che recitano e cantano con uguale bravura, al fianco di un ensemble strumentale ben collaudato. Inoltre, a sostegno di questa ambientazione disimpegnata, intervengono ‘strumenti culinari’ usati in modo non convenzionale ma contestualmente significativi: le pentole diventano tamburi, i barattoli maracas e la grattugia un guiro.

Cuoche alla riscossa!

Opera da camera in un atto per bambini e ragazzi
Musiche e testi di Giorgio Spriano
Regia di Roberta Faroldi
Scene di Enrica Campi e Massimo Voghera

Alessandro Molinaro, flauto

Sandro Tognatti, clarinetto

Margherita Monnet, violoncello

Carlo Lo Presti, chitarra

Davide Spriano, ukulele

Oliviero Giorgiutti, baritono

Massimiliano Cutrera, Giulia Nervi, Luigi Orfeo, attori

A partire dai 5 anni

Posto unico numerato € 5

domenica 18 settembre 2011 al Teatro Leonardo da Vinci di Milano

Al termine del concerto verranno distribuite al pubblico delle caramelle offerte da ICAM.

In collaborazione con Quelli di GrockTeatro Leonardo da Vinci e Micron – Mythos


Giorgio Spriano, nato nel 1964, si è diplomato presso il Conservatorio di Torino in Composizione, in pianoforte e in didattica della musica. Dopo una brillante carriera pianistica, che lo ha portato ad esibirsi in vari paesi europei, Stati Uniti e Giappone, sia come solista che in varie formazioni, anche con l’Orchestra della RAI, e che lo ha visto vincitore di concorso per la cattedra di Pianoforte Complementare presso l’Istituto Pareggiato di Gallarate. A soli 23 anni inizia a dedicarsi in modo sempre più costante alla composizione. Ha avuto oltre trecento esecuzioni di propri brani in pubblici concerti, in particolare due brani per chitarra a New York, Los Angeles, nel New Jersey e al Festival Internazionale Segovia di Linares, un brano per due chitarre e violoncello a New York. Brani per organici vari sono stati eseguiti in diverse regione d’Italia, in Germania, Polonia, Svizzera e in molte capitali quali Parigi, Praga, Bucarest e Bruxelles. Sono finora al suo attivo anche quattro opere da camera: Freschi di stampa, Nel paese di Balobù, Diavoletto Rock e Cuoche alla riscossa, tutti presentati in prima assoluta nella rassegna di opere da camera MICRON. La rivista “Le Muse” ha dedicato una monografia alla sua attività di compositore. In qualità di pianista e compositore ha inoltre più volte partecipato ai programmi di Rai3 e Radiotre.

Luigi Orfeo, napoletano, dopo un laboratorio di Renato Carpentieri, decide di iscriversi all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” dove si diploma nel 2007. Nel 2005 fonda la Compagnia “I Fools” con la quale mette in scena – come regista e attore – opere che spaziano dalla drammaturgia classica a quella contemporanea al teatro di strada. Dal 2007, diventato assistente di Rosa Masciopinto, si dedica alla pedagogia teatrale, tenendo lui stesso laboratori di improvvisazione e tecniche di base.

Massimiliano Cutrera, bresciano, dopo aver conseguito la Laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne e aver frequentato il GITIS, Accademia di Arte Drammatica di Mosca, torna in Italia e continua la sua formazione tramite altri importanti seminari, dedicandosi all’Acrobatica e alla Scherma storica, ma soprattutto alla prosecuzione del percorso intrapreso in Russia. Per qualche anno, ha tenuto seminari di movimento scenico e di recitazione presso alcune scuole per attori e di danza, conducendo al fianco di H. Taheri il training nella compagnia di P. Sepe e in altre compagnie. Attore di teatro, cinema e televisione, doppiatore e cantante, ha all’attivo numerose rappresentazioni classiche e moderne. Recentemente ha collaborato con Vinicio Capossela ne “Il gigante e il mago”.

 

Giulia Nervi, romana, comincia a studiare teatro fin dalle scuole medie con Benedetto Tudino. Dal 1999 partecipa al laboratorio teatrale diretto da Luca Angeletti e Daniella De Panfilis, partecipando a diversi spettacoli tra cui La grande magia di E. De Filippo, vincitore del primo premio del concorso “Eduardo: cent’anni” promosso dall’ ETI. Nel 2004 si iscrive all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” dove si diploma nel 2007. Ha studiato con: Armando Pugliese, Jean Paul Denizon e Carlo Boso, direttore dell’ Académie Internationale des Arts du Spectacle di Montreuil a Parigi.

Oliviero Giorgiutti, nato nel 1972, si diploma prima in oboe poi in canto, perfezionandosi in seguito con Raina, Kabaiwanska, Rokwell Blake, Renato Bruson e Ruggero Raimondi. La sua carriera inizia come vincitore prima del concorso internazionale As.Li.Co di Milano, poi del concorso internazionale “Toti dal Monte” di Rovigo e del concorso “Comunità Europea” di Spoleto, grazie ai quali interpreta i suoi primi ruoli importanti: Ford nel “Falstaff” di G. Verdi, Sharpless nella “Madama Butterfly” di G. Puccini, Germont ne “La Traviata” di G. Verdi, opera poi rappresentata anche nei maggiori teatri giapponesi, fra cui il Bunka Kaikan di Tokyo. Da allora ha interpretato alcuni dei celebri ruoli del suo in numerosi teatri in Italia e all’estero. Ha inoltre partecipato alla prima esecuzione italiana di diverse opere di autori italiani e stranieri, tra cui ricordiamo: “Il diario di Nijinsky” del compositore ungherese Detlev Glanert e la “Missa Lorca” di C. Margutti al Festival MITO SettembreMusica, oltre a diverse opere da camera della rassegna MICRON.

Roberta Faroldi, regista teatrale e librettista, dopo la Laurea al DAMS di Bologna e gli studi musicali in Direzione di Coro e Composizione presso il Conservatorio “A.Boito” di Parma, svolge dal 1991 l’attività di regista teatrale, con particolare attenzione al teatro lirico. Ha lavorato con registi di fama mondiale, quali Graham Vick e Liliana Cavani, e ha collaborato alla ripresa di allestimenti storici del teatro lirico italiano, lavorando in importanti teatri in Italia, Spagna, Messico, Cina e in produzioni che vedevano impegnati artisti quali Alfredo Kraus, Martha Senn, José Cura, Juan Pons, Leo Nucci, e direttori quali Bruno Bartoletti, Gian Paolo Sanzogno, Patrick Fournilllier. Ha contribuito alla riapertura alla lirica del Teatro “Magnani” di Fidenza, con cui ha collaborato stabilmente dal 1991 al 2005, firmando la regia di molte opere. Si è inoltre occupata della produzione del Settecento francese ed ha messo in scena opere inedite quali Daphnis et Chloé di J.J.Rousseau e Le soldat magicien di F.A.Philidor. Autrice di testi teatrali per la lirica, ha al suo attivo quattro fiabe liriche/opere da camera: Freschi di stampa (musicata da Giorgio Spriano), Blackout (New York, 2003, musiche di Roberto Scarcella-Perino), Alice (2005, musiche di  Stefano Seghedoni, pubblicata in forma di audiolibro dalla IDYLLIUM, Milano) e Aladino (musiche di Lorenzo Marini, presentato nell’edizione 2010 di MITO SettembreMusica). Ha insegnato Arte scenica presso il Conservatorio di Milano, Potenza, Vibo Valentia e Riva del Garda, e ha curato la nascita della rassegna di opere da camera “MICRON” della quale è attualmente direttore artistico.

 

ICAM

Da oltre 60 anni ICAM si fa portavoce in tutto il mondo dell’eccellenza italiana nell’arte cioccolatiera. La lunga esperienza nel presidio della filiera produttiva, e la profonda conoscenza della materia prima hanno guidato l’azienda verso l’esplorazione della produzione di cioccolato biologico: ICAM è stata infatti la prima industria italiana a muoversi in questa direzione e, attualmente, ne detiene il primato mondiale servendo il mercato nazionale e internazionale. Sostenibilità, equità e trasparenza rappresentano anche oggi i valori guida dell’Azienda, che persegue lo sviluppo di un commercio stabile, basato su un preciso codice etico e sulla responsabilizzazione di tutti gli operatori della filiera. Grande attenzione al biologico ma anche elevata conoscenza dei prodotti convenzionali, per offrire agli amanti del cioccolato bontà, qualità e sicurezza; tutto grazie allo stile completamente italiano, alla diversificazione di gamma e al rispetto delle tipicità del cacao d’origine.

 

PER INFORMAZIONI E VENDITA BIGLIETTI per il  Festival MITO Settembre Musica:

Biglietteria MITO

Urban Center – Galleria Vittorio Emanuele 11/12

telefono  02.88464725 / 02.88464748

c.mitoinformazioni@comune.milano.it

www.mitosettembremusica.it

App MITO SettembreMusica a Milano per iPhone e iPod-Touch disponibile su http://itunes.apple.com/it/app/id438402161

 

UFFICIO STAMPA Festival MITO Settembre Musica:

Carmen Ohlmes

MITO SettembreMusica

Responsabile comunicazione (Milano)

02.88464722 / 338.7586491

Mariarosaria Bruno

MITO SettembreMusica (Milano)

02.88454175 / 331.4503433

 

Coordinamento Ufficio Stampa nazionale del Festival MITO Settembre Musica

Mara Vitali Comunicazione

Monica Ripamonti  – 02.70108230 / 348.0608294

stampa@mitosettembremusica.it

Annunci