MAFIA A MILANO, Sessant’anni di affari e delitti: presentazione del libro di Mario Portanova, Giampiero Rossi e Franco Stefanoni

Galleria San Fedele di Milano (clicca: MAPPA), lunedì 10 ottobre,  18,15. Presentazione del libro di Mario Portanova, Giampiero Rossi e Franco Stefanoni: MAFIA A MILANO – Sessant’anni di affari e delitti. Melampo editore oltre agli autori interverranno: Gianni Barbacetto, giornalista e scrittore, Gaetano Liguori, musicista e compositore. La mafia al nord non esiste, dicono. Chi nega, chi minimizza, chi ostenta stupore di fronte alle indagini che svelano densi intrecci tra criminalità, mondo degli affari e amministratori pubblici. Eppure a Milano e in Lombardia la mafia c’è, ben radicata da oltre mezzo secolo: i pionieri della ’ndrangheta e di Cosa nostra arrivarono negli anni Cinquanta; seguirono gli uomini della camorra e della Sacra corona unita. Da allora ne hanno fatta di strada. Mafia a Milano racconta una storia di successo, di arricchimento, di emancipazione. La stagione dei sequestri di persona, la finanza nera di Sindona e Calvi, l’arresto di Liggio, i colletti bianchi del narcotraffico che facevano riferimento allo «stalliere» di Berlusconi e Dell’Utri, i quartieri di periferia controllati e militarizzati. Fino ai grandi processi degli anni Novanta, conclusi con la condanna di centinaia di boss e soldati ormai naturalizzati nel cuore del nord. Nel nuovo millennio, le cosche dettano legge nei cantieri, accumulano enormi patrimoni immobiliari, guidano holding familiari. Complice il silenzio che li circonda, i clan trapiantati a Milano e dintorni si sono riorganizzati e rafforzati. Per dare l’assalto all’economia e alla politica.
Mario Portanova lavora per il Fatto Quotidiano. Ha realizzato reportage sulla mafia nel nord Italia per Blunotte e Presadiretta (Raitre) e Falò (Tv Svizzera italiana).
Giampiero Rossi è caporedattore del settimanale A.
Franco Stefanoni lavora al settimanale il Mondo. Insieme hanno iniziato l’attività giornalistica nei primi anni Novanta scrivendo inchieste sulla criminalità organizzata per il mensile Società civile.
Advertisements