ALESSANDRO PORTELLI e PHILLIP LOPATE: Premio Sandro Onofri per il Reportage Narrativo XII edizione, 1 dicembre ore 18, Casa delle Letterature, Roma

clic x ingrandire l'invito

XII edizione del Premio Sandro Onofri per il Reportage Narrativo, istituito dalla Casa delle Letterature di Roma Capitale nello stesso anno della sua inaugurazione, il 2000. Un premio prestigioso che si rivolge a un genere letterario che appartiene alla nostra migliore tradizione novecentesca – ancora oggi di particolare vitalità – e che intreccia il romanzo alla cronaca, all’inchiesta o al viaggio. Giovedì 1 dicembre alla Casa delle Letterature di Roma (clic: MAPPA), alla presenza dell’Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale Dino Gasperini e dei giurati Valeria Arnaldi, Nicola Fano, Maria Ida Gaeta, Filippo La Porta, Antonio Pascale e Vito Teti, il Premio Sandro Onofri sarà conferito all’autore italiano ALESSANDRO PORTELLI per il libro America Profonda (2011, Donzelli) e all’autore straniero PHILLIP LOPATE edito in Italia dall’Editore Gaffi. comunicato stampa

La giuria segnala altri tre libri: La frontiera addosso di Luca Rastello (Editori Laterza); Quelli che però è lo stesso di Silvia Dai Pra’ (Editori Laterza) e Come due stelle nel mare di Carlotta Mismetti Capua (Edizioni Piemme).

XII EDIZIONE PREMIO SANDRO ONOFRI PER IL REPORTAGE NARRATIVO

Cerimonia di premiazione di ALESSANDRO PORTELLI e PHILLIP LOPATE, Giovedì 1 dicembre ore 18 presso la Casa delle Letterature, Roma

ALESSANDRO PORTELLI è considerato tra i fondatori della storia orale. Insegna Letteratura angloamericana all’Università «La Sapienza» di Roma ed è presidente del Circolo Gianni Bosio. Per i tipi della Donzelli ha pubblicato: L’ordine è già stato eseguito. Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria (Premio Viareggio 1999); Canoni americani (2004); Città di parole (2006); Storie orali (2007) e Acciai speciali (2008).

Del 2011 è il suo ultimo libro: America Profonda.

 

PHILLIP LOPATE è uno scrittore, giornalista ed intellettuale newyorkese di origini ebree. È autore di numerosissimi saggi sulla poesia, la narrativa, il cinema, l’arte e l’architettura, sempre caratterizzati dall’anticonvenzionalità dell’analisi e dall’umorismo. Negli Stati Uniti i suoi “personal essay” sono pubblicati da Random House, e più volte sono stati presenti nelle classifiche dei 100 libri più venduti. In Italia, dove è pubblicato dall’Editore Gaffi, suoi articoli sono apparsi sulla rivista Lo straniero e sui quotidiani la Repubblica e Corriere della Sera.

IL PREMIO

Ogni anno il Premio è assegnato a un libro di un autore e di un editore italiani selezionato tra quelli inviati alla Casa delle Letterature entro i termini stabiliti e ad un autore straniero che, con la sua produzione recente, ha saputo illustrare al meglio le qualità di questo genere letterario.

Il Premio è dedicato alla memoria di Sandro Onofri (1955 – 1999), scrittore, giornalista e insegnante romano. Ha collaborato con il quotidiano L’Unità ed è stato uno dei fondatori del Diario della settimana. La sua opera ne ha fatto uno degli interpreti più originali ed efficaci del genere reportage narrativo. I suoi titoli più famosi sono: Vite di riserva (storie e annotazioni di viaggio tra gli indiani d’America); Le magnifiche sorti (cronache e narrazioni dal Bel Paese); Registro di classe (appassionato diario di un insegnante).

I VINCITORI DELLE EDIZIONI PASSATE

Sezione italiana

2000: Antonio Pascale, La città distratta, edizioni L’Ancora del Mediterraneo

2001: Antonio Franchini, L’abusivo, edizioni Marsilio

2002: Ermanno Rea, La dismissione, edizioni Rizzoli

2003: Giancarlo De Cataldo, Romanzo criminale, edizioni Einaudi

2004: Shulim Vogelmann, Mentre la città bruciava, edizioni Giuntina

2005: Giorgio Messori, Nella città del pane e dei Postini, edizioni Diabasis ex aequo con Emanuele Trevi, Senza Verso, edizioni Laterza

2006: Eraldo Affinati, Compagni segreti, edizioni Fandango Libri ex aequo con Angelo Ferracuti, Le risorse umane, edizioni Feltrinelli

2007: Salvo Sottile, Nostra Signora della necessità, edizioni Einaudi Stile Libero

2008: Renata Pisu, Mille anni a Pechino, Sperling & Kupfer

2009: Alessandro Leogrande, Uomini e caporali, Mondadori

2010: Helena Janeczek, Le rondini di Montecassino, edizioni Guanda

Sezione straniera

2000: Slavenka Drakulic, edizioni Rizzoli

2001: Desmond MpiloTutu, edizioni Feltrinelli

2002: Svetlana Aleksievic, edizioni e/o

2003: Nuruddin Farah, edizioni Frassinelli

2004: Amos Oz, edizioni Feltrinelli

2005: Didier Daeninckx, edizioni Donzelli e Mondadori

2006: Jung Chang e Jon Halliday, edizioni Longanesi

2007: William Langewiesche, edizioni Adelphi

2008: Bill Buford, edizioni Fandango

2009: Jean Baudrillard, Premio alla memoria dello scrittore e filosofo francese

2010: Tzvetan Todorov, Edizioni Garzanti

 

PREMIAZIONE

Giovedì 1 dicembre 2011 ore18.00

Casa delle Letterature

Piazza dell’Orologio, 3 – (clic: MAPPA)

INGRESSO GRATUITO

 

INFORMAZIONI

Tel 060608

infocasadelleletterature@comune.roma.it

www.casadelleletterature.it

Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura

Giusi Alessio +39 06/82077327 – +39 340/4206562 g.alessio@zetema.it

Advertisements