Liberamilano seguito da Una mattina ci siam svegliati (ed. DeriveApprodi), di Nanni Balestrini. Ne discute con l’autore Giuliano Pisapia, sindaco di Milano. Organizza: Radio Popolare Milano, Mercoledì 14 dicembre

Mercoledì 14 dicembre – h20. Radio Popolare, Auditorium Demetrio Stratos – Via Ollearo, 15 (Milano). Si consiglia di prenotare allo 02.39241409. Presentazione del libro: Liberamilano seguito da Una mattina ci siam svegliati (ed. DeriveApprodi), di Nanni Balestrini. Ne discute con l’autore Giuliano Pisapia, sindaco di Milano. Organizza: Radio Popolare Milano. La presentazione: “Milano è stata attraversata nell’ultimo anno da un flusso arancione, che ha determinato la vittoria di Giuliano Pisapia. Un fatto epocale, perché chiude la parabola del forza-leghismo nella sua capitale. Un fenomeno politico e culturale simbolicamente iniziato il 25 aprile 1994 e chiuso il 30 maggio 2011. Radio Popolare c’era in entrambe le date, con lunghe e appassionanti dirette. E su entrambe, a caldo, Nanni Balestrini ha lavorato traendo dalle radiocronache, col suo tipico stile narrativo, un flusso di parole, che nel ’94 raccontava lo smarrimento di un pezzo d’Italia e nel 2011 restituiva lo stato d’animo di una città che voleva cambiare: prima la sconfitta e poi la vittoria.” 

Scheda del libro, dal portale http://www.deriveapprodi.org/

"DeriveApprodi è una casa editrice indipendente nata nel 1998. «Indipendente» significa che non facciamo parte di un gruppo editoriale; che all’interno della nostra compagine societaria non sono presenti distributori o promotori; che non siamo proprietari di librerie. «Indipendente» significa che non esercitiamo alcuna forma di monopolio all’interno della filiera di vendita dei libri. Significa anche che non godiamo di contributi pubblici o istituzionali. E che non esistiamo grazie ai libri finanziati dai singoli autori."

Una mattina ci siam svegliati, 25 aprile 1994: la sconfitta. Un mese dopo le elezioni che portano Berlusconi e la destra al potere, il «popolo della sinistra» reagisce allo smarrimento e alla frustrazione celebrando con una grande manifestazione nazionale a Milano l’anniversario della liberazione. Radio Popolare racconta in una gigantesca diretta tutte le fasi dell’avvenimento. Da questo magmatico flusso sonoro, rielaborando e rimontando il linguaggio radiofonico nella pagina scritta, Balestrini mette in scena una partitura di voci in cui resoconti di cronisti, telefonate di ascoltatori, commenti in studio, interviste volanti, memorie di vecchi partigiani, dialoghi con studenti arrivati da ogni città si fondono in un’incalzante narrazione corale.

Liberamilano, 30 maggio 2011: la vittoria. Dopo 18 anni l’amministrazione della città di Milano viene riconquistata da una coalizione di sinistra guidata da Giuliano Pisapia. Le elezioni del ballottaggio elettorale sono seguite e trasmesse in diretta dalla stessa Radio Popolare. A questo altro storico appuntamento politico milanese non manca Balestrini che con il suo singolare metodo letterario del montaggio ricombinatorio di linguaggi preesistenti riesce a narrare l’enorme carico di emozioni e felicità collettive condensate in un sentimento di liberazione.

Un «romanzo in due fasi» che segna l’ascesa e il declino del potere berlusconiano.

Un Assaggio:

“ho visto in questa settimana in questo mese cinquantenni sessantenni ai mercati a volantinare ho visto ragazze donne che si riunivano nelle case per cucire le nostre borse arancioni ha visto una città rinascere e voi l’avete fatta rinascere grazie ci sembrava a alcuni a troppi sembrava che avessero sempre ragione quelli che volevano le divisioni l’esclusione la grettezza e abbiamo invece fatto tutto questo cambiamento riuscendo a rimanere noi stessi diceva Gandhi nella battaglia della vita si può facilmente vincere l’odio con l’amore la menzogna con la verità e è quello che noi abbiamo fatto abbiamo vinto l’odio con l’amore la menzogna con la verità e però ci abbiamo anche messo qualcosa di nostro grande Gandhi ci abbiamo messo l’ironia che avete sentito fino adesso da questo palco l’ironia di cui avete inondato la città l’ironia che mi ha ricordato un bellissimo quadro di quando ero un po’ più giovane che diceva una risata vi seppellirà Popolare Network è Giuliano Pisapia che parla il neo eletto sindaco di Milano in diretta da piazza del Duomo sotto il cielo illuminato dai fuochi d’artificio arancioni e la folla che esulta ebbene li abbiamo seppelliti e li abbiamo vinti soprattutto col sorriso con l’ironia con la democrazia del voto con la democrazia del consenso

oggi ne sono certo sentiamo dentro di noi qualcosa di nuovo oggi possiamo dire di nuovo a testa alta che siamo orgogliosi di essere milanesi oggi grazie a voi tutti il destino di Milano è tornato nelle nostre mani e sarà un grande destino sarà un grande futuro e per questo che da oggi noi abbiamo una nuova grande responsabilità sulle spalle non possiamo deludere le nostre stesse speranze dobbiamo essere all’altezza delle aspettative e sono tante le aspettative e per essere all’altezza delle aspettative ognuno di noi sarà importante bisogna prendersi cura della nostra città e ognuno di noi dovrà farlo il giardino sotto casa sarà il giardino di tutti non sarà un giardino di pochi voi lo sapete l’ho promesso mi sono impegnato abbiamo promesso ci siamo impegnati una delle prime riforme che faremo sarà quella dei consigli di zona vogliamo che le periferie tornino a essere dei piccoli centri e vogliamo soprattutto che nessun cittadino a Milano si senta solo se c’è una buca sulla strada dobbiamo tutti insieme dirlo a chi deve mettere a posto quella buca e quel qualcuno deve essere vicino e deve poter risolvere immediatamente il problema e i consigli di zona saranno delle vere e proprie municipalità con le loro risorse con i loro poteri e soprattutto la loro vicinanza e il loro confronto continuo il dialogo continuo con i cittadini”

Autore

Nanni Balestrini

Nanni Balestrini, nato a Milano nel 1935, vive tra Roma e Parigi. Negli anni Sessanta è stato tra i principali animatori della stagione della «neoavanguardia». È autore di numerose raccolte di poesia e di romanzi di successo. Insieme a Umberto Eco, oggi anima la rivista «alfabeta2», nuova serie della storica rivista culturale «alfabeta». La casa editrice DeriveApprodi sta procedendo all’edizione completa delle sue opere.

Ufficio stampa

Davide Sacco
ufficiostampa@deriveapprodi.org

Corsi e formazione editoriale

Eleonora Stanzani
corsi@deriveapprodi.org

Proposte editoriali

proposte@deriveapprodi.org
Attenzione: la casa editrice non riesce a garantire alcuna risposta alle proposte editoriali, ai testi o ai manoscritti inviati; i tempi di lettura possono essere molto lunghi; il materiale inviato non verrà

Annunci