GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA – Povere mie parole. Stracci, o frecce di sole? : alla Casa delle Letterature di Roma programma di letture e musica con omaggio a Giorgio Caproni nel centenario della nascita

La Casa delle Letterature di Roma come sempre celebra mercoledì 21 marzo,  Giornata Mondiale della Poesia UNESCO, nelle gallerie e nel giardino di piazza dell’Orologio (click. MAPPA): un programma di letture  e musica eseguiti da poeti e artisti romani, con un omaggio a Giorgio Caproni nel centenario della nascita. Ore 18.00: I poeti Silvia Bre, Francesco D’Alessandro, Bianca Maria Frabotta, Valentino Zeichen  leggono loro versi e poesie di Giorgio Caproni. >>

ore 18.45

DEL PERDUTO AMMORE

ovvero

le canzoni sussurrate di Canio Loguercio, le poesie di Gilda Policastro, Tommaso Ottonieri, Franco Buffoni e Jolanda Insana, i suoni di Rocco De Rosa e Alessandro D’Alessandro, la voce e il live electronics di Maria Pia De Vito con Davide Abbruzzese, le “suppliche d’amore” lette da Giuseppe Boy, il live mixing di Paolo Modugno.

… e l’installazione sonora con le voci registrate di Bianca Madeccia, Dome Bulfaro, Lello Voce, Sara Davidovics, Antonella Bukovaz, Chiara Daino, Alexandra Petrova, Rosaria Lo Russo, Michele Fianco, Francesco Forlani, Gabriele Frasca, Maria Grazia Calandrone, Lidia Riviello, Silvana Matarazzo, Alessandra Vanzi.

GIORNATA  MONDIALE  DELLA   POESIA

Casa delle Letterature di Roma

Piazza dell’Orologio 3,  ore 18

 

Povere mie parole.

Stracci, o frecce di sole?…

Giorgio Caproni, Res amissa

Un progetto a cura di Maria Ida Gaeta

Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Giusi Alessio g.alessio@zetema.it + 39 06 82077327 – +39 340 4206562