CARAVAGGIO – Il Seicento in arte: la rivoluzione europea di Caravaggio: un pomeriggio con l’arte a Novi Ligure con Gianni Carlo Sciolla

CaravaggioCARAVAGGIO – Il Seicento in arte: la rivoluzione europea di Caravaggio – Un pomeriggio con l’arte a Novi Ligure: la rivoluzione europea della pittura di Caravaggio – “Il Seicento in arte: la rivoluzione europea di Caravaggio” è il titolo dell’interessante iniziativa che avrà luogo venerdì 18 maggio alle ore 17:00 presso la Sala Conferenze del Centro Comunale di Cultura G. Capurro (Biblioteca Civica) in via Marconi 66 a Novi Ligure. Il Professor Gianni Carlo Sciolla, docente universitario torinese, nonché attivo studioso e storico dell’arte a livello internazionale, terrá una lezione avente come fulcro le vicende biografiche e pittoriche di uno dei più significativi rappresentanti della cultura artistica italiana nel mondo: Michelangelo Merisi detto Caravaggio. L’iniziativa è curata e promossa dalla dott.ssa Maria Elisa Repetti e si inserisce nell’ambito della II mostra bibliografica sui volumi seicenteschi del fondo antico della Biblioteca di Novi, che quest’anno si intitola “Le cittá e la stampa nel Seicento. L’Europa a Novi Ligure attraverso i libri e i documenti d’archivio“, a cura di D. Arecco e P. Orsini, con il patrocinio del Comune di Novi Ligure (5-23 maggio 2012). >> 

Tra i partner dell’evento, figurano enti particolarmente attivi sul territorio: Associazione Lettere e Arti, Centro Studi In Novitate, Associazione Culturale Orizzonti Novi, Unitrè ed Utet.

Utet, la più antica casa editrice italiana, per l’occasione donerà alla Biblioteca ed alla cittadinanza tre significativi volumi dalla collana “Civitas Europea”, dal titolo: “Principi e forme della città”, “La città e la parola scritta”, “Metamorfosi delle città”.

A tutti i partecipanti sarà inoltre riservato un originale dono.

In particolare, alla luce dei più recenti studi, il relatore Prof. Sciolla tratterà i seguenti temi:

1. L’uomo Caravaggio. L’immagine dei biografici antichi e i ritrovamenti documentari più recenti. Un personaggio contradditorio.

2. La rivoluzione della pittura caravaggesca di “tenebra”. Una pittura a forti contrasti chiaroscurali e la scienza contemporanea.

3. Il rapporto geniale di Caravaggio con la tradizione figurativa: gli artisti lombardi e le opere dell’antichità classica.

4. Le innovazioni iconografiche di Caravaggio e il rinnovamento religioso nella Roma della Riforma cattolica.

5. Una nuova tecnica esecutiva.

6. L’eredità e l’irraggiamento italiano ed europeo di un caposcuola Seicento: i caravaggeschi e i maestri nordici.

La lezione sarà accompagnata da proiezioni multimediali a cura di Paolo Sartiano e Maria Elisa Repetti.

L’avventura nell’arte del Seicento proseguirà il giorno seguente, con l’apertura straordinaria della Pinacoteca dei Cappuccini di Voltaggio, in collaborazione con l’Associazione Culturale l’Arcangelo. La Pinacoteca ospita una collezione di primissimo piano, composta da dipinti di arte sacra custoditi nella Chiesa e nel Convento Cappuccino della cittadina di Voltaggio, al confine tra Liguria e Piemonte. Si tratta di opere realizzate tra il XV e il XVIII secolo da maestri liguri, piemontesi e lombardi, quali Luca Cambiaso, Domenico Fiasella, Sinibaldo Scorza, Bernardo Strozzi, Agostino Bombelli, Paolo Pagani.

La visita inizierà alle ore 14:30 e per partecipare è necessario prenotarsi inviando una e-mail a: mariaelisa.repetti@gmail.com, oppure telefonicamente al num: 3487307549 (ore 19-22).

Ingresso a offerta libera. Max 25 partecipanti.

Per seguire la pagina dell’evento su Facebook, digitare: “Il Seicento in arte: la rivoluzione europea di Caravaggio”.

Maria Elisa Repetti